sabato 12 febbraio 2011

Brioche di pasta b&b all'arancia con chef e lievito di birra.


La chiamo pasta b&b perchè una parte di impasto è fatto come la pasta bignè e l'altra parte è una sorta di pasta brioche però senza uova.
E' nata un giorno in cui volevo fare dei bignè e non mi ero accorta di non avere uova e allora ho girato la frittata e l'ho fatta diventare una brioche.
E' buonissima, sembra una vera brioche e la pochissima quantità di burro non la penalizza affatto.
Il profumo del succo d'arancia la rende ancora più buona.
Rimane morbida anche 4-5 giorni.

Ingredienti:

per il roux:
60 g. di burro
100 ml. di latte
100 ml. di farina 0 (ho usato la Barilla per pane e focacce)
mezzo cucchiaino di sale

per l'altro impasto:

300 g. di manitoba
60 g. di zucchero (aromatizzato alla vaniglia)
80 ml. di latte
100 ml. di succo di arancia filtrato
30 g. di chef (lievito naturale ottenuto dalla fermentazione di segale ed acqua) o lievito madre o un lievito di riporto
6 g. di lievito di birra
un cucchiaino di Golden Syrup o miele

Procedimento:

Mettere il latte ed il burro e il sale in un pentolino e portare a leggero bollore fino a quando il burro sarà sciolto. Versare in un solo colpo la farina e mescolare velocemente e per un minuto, spegnere il fuoco, mettere il composto in una ciotola e lasciar intiepidire.
Mettere l'altro latte nella ciotola dell'impastatrice insieme allo chef e al lievito di birra e farli sciogliere, aggiungere tutti gli altri ingredienti ed il roux ormai intiepidito. Avviare la macchina alla seconda velocità e fare incordare bene l'impasto.
Si può lavorare anche a mano ovviamente.
Prendere l'impasto piegarlo in quattro e stringerlo a palla. Lasciarlo riposare per circa 30 minuti.
Stenderlo sul piano di lavoro, arrotolarlo e metterlo in uno stampo a ciambella a lievitare. Io l'ho preparato di sera ed infornato il mattino seguente. L'ho lasciato nel forno tutta la notte dopo averlo riscaldato inserendo un pentolino di acqua bollente.
Infornare a 180° per circa 20-25 minuti.
E' ovvio che si possono dare le forme che si vogliono facendo ad esempio delle monoporzioni, dei piccoli panini, brioscine, ecc.




21 commenti:

Dana ha detto...

Ha un bellissimo aspetto!
Non conoscevo questo "chef".
Ogni giorno ne imparo una nuova!
Grazie cara, a presto!

Dida70 ha detto...

ciao cara, questa brioche è bellissima!!! ed il procedimento è particolare e da provare però mi devi dire come sostituire lo chef perchè non ho nè lievito madre nè di riporto, quindi aumento la dose di lievito di birra?
ho letto le tue sette cose, il premio io lo prendo ma l'ho già postato e devo dirti che mi confermi essere una bella persona, pe rla domanda 'ma chi te ,lo fa fare ecc. ecc.' concordo in pienissimo!!!
baci e buona domenica
dida

Federica ha detto...

wowwwwwwwwwwwww che meraviglia! complimenti! buon w.e.!

briossa ha detto...

Dida, prepara un lievitino con 100g. di farina, 60 ml. di acqua e un paio di grammi di lievito la sera precedente e lo metti in frigo. La mattina seguente ne prendi metà, aggiungi lo stesso peso di farina, metà acqua e metti a lievitare fino al raddoppio. Sarà il tuo lievitino di riporto. Ne prendi 30 g. per la brioche e il resto lo tieni in frigo e lo usi per altri lievitati. Ovviamente per non farlo morire devi nutrirlo ogni 3-4 giorni facendo dei rinfreschi. Ci vengono ottime pizze casalinghe.
Lo chef è un pò più complicato. Bisogna far fermentare la segale con l'acqua per un paio giorni, rinfrescare più volte e capire quando è attivo.

babbà ha detto...

Ciao, Briossa...questo impasto mi ammicca molto..è molto interessante..da questo si potrebbero fare molte altre cose..come un panettone per esempio o come una brioche rustica..tanto per dire..Brava!!!Complimenti per questa tua nuova creazione d'impasto..me gusta!!!Questo lievito che hai comprato è della marca che hai citato??Che potere a di lievitazione?Scusami se ti pongo queste domande..non conosco questo lievito perciò te le ho fatte...mi dici anche dove posso trovarlo più facilmente?Bene,tu come stai?? spero bene!!Non ti sentivo da alcuni giorni..ma come ho visto sei entrata alla grande..fatti sentire più spesso!!!Lo sai che amo la tua fantasia..mi piacciono le cose che fai..appena ho un po' di tempo incomincio a buttare giù a fare una prova direttamente con un panettone..si deve provare con i dovuti aromi e forse con qualche uova..non lo so devo vedere è ti farò sapere ma credo che tu abbia fatto un impasto di nuova generazione, dove si potranno fare diverse cose buone.Ti saluto con ammirazione..abbracciandoti con affetto...Ciaooooooooo!!!!A presto

Scarabocchio ha detto...

Ma veramente sei riuscita a conservarla 4-5 giorni per vedere se restava morbida???
MIRAAAAACOLO! ^^

briossa ha detto...

Babbà, lo chef è un lievito naturale, non si compra, è quello con cui i francesi fanno il levian per il pane. Questa brioche puoi farla anche senza metti un pò di lievito di birra in più ma non esagerare, allunga la lievitazione che poi rimane morbida per più giorni. Puoi anche usare il metodo che ho spiegato a Dida.
Usare questi lieviti alternativi conferisce oltre ad una maggiore durata del prodotto anche un profumo ed un sapore migliore dovuti alle proliferazioni batteriche e non solo presenti nei lieviti.

ranapazza65 ha detto...

Ma è altissima!! e dovrebbe essere una goduria troppo brava!
C'è sempre da imparare !!
un bacione carissima e Buona Domenica
Anna

giulia pignatelli ha detto...

Che bella !!! Dev'essere ottima!!!

Luca and Sabrina ha detto...

Ci chiedavamo cosa fosse la pasta b&b e siamo rimasti folgorati dalla tua "invenzione" e meno male che quella volta non avevi le uova, ti è uscito un capolavoro! QUesta brioche è eccezionale, per quanto non l'abbiamo assaggiata possiamo solo dire che la proveremo anche noi!
Baciotti e buona domenica
Sabrina&Luca

Angela ha detto...

mmmmmh sento già il profumino !!!!

Gianni ha detto...

Il bello di sbirciare tra i blog è che si imparano tante belle cose!!! Grazie e bravissima, baci

Lucrezia ha detto...

che bello!!mi dovrò decidere a comprare uno stampo del genere, proprio brava!!

Gambetto ha detto...

Le preparazioni trasversali sono sempre le migliori ma riescono e soprattutto sono ri-producibili nuovamente solo da chi 'padroneggia' la materia con competenza. Questo è il tuo caso.
Prendo nota del piccolo capolavoro frutto probabilmente del caso ma definito e fatto proprio come la migliore delle ricette inventate. Sei veramente brava :))

Andréa ha detto...

Esse pão ficou maravilhoso uma massa super fofa.
Gostei muito da receita!

bjs,
Andréa...

ஃPROVARE PER GUSTAREஃ di ஜиαтαℓια e ριиαஓ ha detto...

davvero molto bello....mi segno la ricetta così faccio il lievitino ,madre e vediamo cosa esce....
complimenti perchè la tua e spettacolare..
ciao da lia

Stefania ha detto...

Interessante questa ricetta, grazie ciao ♥

Raffaella ha detto...

Brioche fantastica!!!!!
Complimenti per tutte le tue ricette!
Un bacione

Raffa

Luca and Sabrina ha detto...

Noi ci siamo già annotati la ricetta, ci sembra spettacolare, poco burro, non troppo dolce e soffice soffice, cioè il massimo!
Baciotti
Sabrina&Luca

Luca and Sabrina ha detto...

Ci eravamo persi la ricetta, ce l'eravamo scritta giorni fa su un foglietto e poi non la trovavamo più, nè ricordavamo dove l'avevamo vista, quindi ritrovarla è stato magnifico!
di nuovo Sabrina&Luca

Alda e Mariella ha detto...

Che buona questa brioche, ha un aspetto molto invitante! Complimenti per il blog! A presto! Alda e Mariella