sabato 30 gennaio 2010

Cozonac rumeno


In pratica è il "panettone" dei rumeni che però viene consumato sia a Natale che a Pasqua. La prima volta lo ho assaggiato grazie ad un nipote di mio marito che lo ha portato direttamente dalla Romania e da quel momento è stato amore. Per ovvi motivi ho dovuto crearmi la versione casalinga per soddisfare la voglia ogni volta che mi assale la smania di mangiare una brioche particolare. In genere ha la forma di un plum cake attorcigliato ad elica o di un unico cordone arrotolato a spirale.

Ingredienti per l'impasto:

500 g. di farina manitoba
2 uova e un tuorlo
90 g. di zucchero
150 g. di burro
140 ml. di latte
un cucchiaino di miele
un pezzo di lievito di birra da 25 g.
2 cucchiai di rhum
una bustina di vanillina
la buccia di mezza arancia grattugiata
un cucchiaino colmo di sale

ingredienti per la farcitura:

150 g. di noci
120 g. di uvetta
20 g. di cacao
50 ml. di rhum
50 ml. circa di latte
80 g. di zucchero

Per lucidare:

un tuorlo d'uovo ed un cucchiaio di latte

Procedimento:

Sciogliere il lievito in 100 ml. di latte leggermente intiepidito, unire 30 g. di zucchero, il miele, il tuorlo ed unire questo composto a 200 g. d farina e lavorare a lungo. Quando il composto è bello elastico, aggiungere 50 g. di burro. Mettere l'impasto in una ciotola ricoperta da pellicola e lasciar lievitare per circa due ore o comunque fine al raddoppio.
A questo impasto lievitato aggiungere gli altri 50 g. di zucchero e le uova e cominciare ad impastare, unire gli altri 300 g. di farina, i 40 ml. di latte rimasto, i due cucchiai di rhum, la vanillina, la buccia d'arancia e il sale ed impastare tantissimo fino a quando l'impasto avrà preso corda e sarà diventato bello lucido. A questo punto aggiungere in più volte (3-4) gli altri 100g. di burro a pezzi evitando di mettere il pezzo successivo se quello precedente non è ben incorporato e l'impasto non è ben in corda.
Piegare l'impasto in due e poi ancora in due come per un fazzoletto e poi appallottolarlo e metterlo in una ciotola coperta da pellicola trasparente e riporre in frigo per 5-6 ore.
Trascorso questo tempo lasciare per un'oretta l'impasto fuori dal frigo. Il passaggio in frigo è facoltativo ma rende le brioche più buone e più profumate.
Durante questa ultima ora, mettere l'uvetta a bagno nel rhum e quando è bella morbida tritarla con le noci insieme al rhum della bagna e a tutti gli ingredienti della farcia aggiungendo un pò di latte fino a raggiungere una consistenza cremosa.
Se si vuole dare la forma di plum cake attorcigliato, si divide l'impasto in due e si stendono due sfoglie doppie meno di un dito, si coprono di farcia, si arrotolano come nella foto


poi si attorcigliano a spirale e si mette a lievitare nello stampo da plum cake fino al raddoppio.
Se si vuole quello tondo a spirale allora basta stendere un'unica sfoglia, ricoprirla, arrotolarla, poi girarla a chiocciola , metterla a lievitare in uno stampo tondo fino al raddoppio.
Pennelare col tuorlo leggermente sbattuto col latte.
Infornare a 180° per circa 30 minuti.


5 commenti:

nicole c ha detto...

ma è stupendo,bellissimo,buonissimo!!!!!!!complimenti,ti è venuto benissimo!!!lo conosco benissimo,cozonacul era il panettone della mia infanzia,super presente alle feste importanti!!!ciao e buona domenica!!

amry ha detto...

è proprio il genere di dolci rustici che piace a me!

Federica ha detto...

ma è un capolavoro!!! buonissimo!! complimenti!!

marsettina ha detto...

splendido!

Emsky ha detto...

Ma sei proprio brava! Ti e uscito proprio come quello di mamma! Complimenti!