mercoledì 2 marzo 2011

Pancarrè al Tang Zhong e premio

Ho ricevuto questo premio da Luca e Sabrina, quindi dedico a loro questa ricetta anche perchè stanno vivendo un momento bellissimo della loro vita. Grazie di cuore.
Metto a disposizione di chiunque entri nel mio blog questa medaglia d'oro.
Il Tang Zhong è una sorta di roux che si prepara mescolando cinque parti di acqua ad una parte di farina, messo a cuocere in un pentolino e portato a 65 °, Questo dovrebbe permettere alla pasta di assorbire più liquido a causa della gelatinizzazione dell'amido nella farina rendendo il prodotto finale più morbido e più duraturo. Io ho provato a fare questo pane in cassetta e devo dire che il risultato è soddisfacente. Per il momento, dopo due giorni sembra appena fatto.
L'ho provato anche per fare una colomba ed una brioche, sono morbide da due giorni, poi ve le mostro.

Ingredienti:

Per il tang zhong:
125 g. di acqua
25 g. di farina

Per l'impasto:

480 g. di farina manitoba
120 ml. di latte
130 ml. di acqua
40 ml. di olio
20 g. di zucchero
5 g. di lievito in polvere o mezzo cubetto di quello fresco
8 g. di sale
130 g. di tang zhong

Preparazione:

Mettere i 25 g. di farina in un pentolino ed aggiungere un pò per volta l'acqua mescolando bene. Mettere sul fuoco e continuare a girare per circa due minuti e mezzo, cioè fino a quando l'impasto avrà raggiunto i 65°. Si capisce facilmente perchè il composto diventa gelatinoso. Spegnere, mettere in una ciotolina e coprire con la pellicola per alimenti punzecchiandola con uno stecchino. Lasciar raffreddare. Si può conservare per tre giorni in frigo, non oltre.
Sciogliere il lievito nell'acqua leggermente intiepidita, aggiungere il latte e tutti gli altri ingredienti tranne l'olio. Impastare bene fino ad ottenere un prodotto liscio ed elastico. Aggiungere l'olio in due volte e lavorare ancora bene l'impasto.
Appallottolarlo e farlo riposare per 30 minuti. Stenderlo col matterello e piegarlo come un fazzoletto. Stenderlo di nuovo in una sfoglia rettangolare, arrotolarlo formando un cilindro e posizionarlo in uno stampo da plum cake.
Lasciar lievitare fino a poco più del raddoppio ed infornare a 180° per circa 30 minuti.








25 commenti:

ranapazza65 ha detto...

O_O ma è stupendo!! da far invidia al panettiere soto casa!
Complimenti troppo bello bravissimaaaaaaaaa
Baci Anna

Daniela ha detto...

Via si parte con i tramezzini.............Buonissimi!!!!Ciao Dani.

Mammazan ha detto...

Non solo questo post è fantastico ma tutto il tuo blog è veramente una miniera idee!!
Baci

PDZ- Paola ha detto...

ciao!sono finalmente riuscita a passare dal tuo bellissimo blog e mi sono unita ai tuoi sostenitori!graziexessere passata da me!ciao a presto p

Gianni ha detto...

Questo pancarrè è fantastico! Sono curioso di provarlo per vedere quanto può durare, visto che a casa mia tra merende e merendine i miei figli ne consumano parecchio! Bravissima, baci!!!

lucy ha detto...

che ottima idea!assolutamente perfetto, non ci sonoaltre parole!

simona ha detto...

Mi unisco a glialtri dicendoti che il tuo pan carrè è favoloso locopio subito simmy

emanuela ha detto...

che alchimista della cucina sei!
bravissima

Graal77 ha detto...

Ciao!!!!dirti che sei brava sembra troppo scontato!!!!
senza parole sicuramente provero'!!!buona cucina!!!

Fimère ha detto...

il est super beau et bon bien moelleux et aéré j'aime beaucoup
bonne soirée

Lory ha detto...

Che bello Rita!
Avevo visto tempo fa questo procedmento e devo dire che mi aveva incuriosita molto. Ora, vedendo il tuo, la mia non è più coriosità, ma una voglia matta di farlo. :))
Sei sempre eccezionale!
Bacioni.
P.S. Sai che cos'è quella struttura amidacea gelatinizzata? La maglia glutinica cotta. ;)
Ciaoooo

Günther ha detto...

un gran bel pane, che non conoscevo, brava

briossa ha detto...

L'ho scoperto perchè avevo preparato la brioche di pasta b&b con un roux(con burro però) rimasto inutilizzato per mancanza di uova e siccome il risultato era stato eccezionale mi sono data alle ricerche ed ho scoperto che è una vera tecnic: stupida che sono, ho una ricetta di pane toscano che prevede acqua bollente versata su parte della farina e fatta riposare per una decina di ore. Presto farò questo pane.
Con l'impasto b&b ci ho fatto anche le castagnole: eccezionali.

Lory ha detto...

Stupida..tu? Ce ne fossere di stupidi come te, amica mia!
Il sistema che hai tu del pane toscano è molto usato in Alto Adige per fare i pani con farine scure, ho un libricino comprato là, che ne riporta parecchie.
Ah, i lievitati! Un mondo sempre in scoperta.
Baci.

LAURA ha detto...

Ciao piacere di conoscerti e complimenti per il tuo blog così ricco di idee e buone ricette!!!
Mi sono unita ai tuoi sostenitori cosi continuo a seguirti!!!
Se ti fa piacere passa a trovarmi
Alla prossima

More ha detto...

Che bel premio! E' una soddisfazione dopo tanto lavoro!
Complimenti anche x il tuo splendido blog! Ti seguo con piacere!

antonella ha detto...

oggi l' ho fatto il tuo pancarre' , vediamo se sara' riuscira' a rimanere fresco come il tuo .
grazie per la ricetta.
quando la posto metto il tuo nome.

Galadriel ha detto...

i miei complimenti briossa!!! ho avuto una pizzeria per una decina di anni e ti dico brava brava la pasta lievitata è molto difficile da fare.Grazie per le visite che fai al nostro blog ! a presto.

sulemaniche ha detto...

che brava che sei piacere di fare la tua conoscenza, passa a trovarci, anche noi amiamo impastare!

miciovolante ha detto...

stu blog m' fà ascì pazza..... Qua mi servità un'altra vita per sperimentare tutte queste belle cose fai........ Mò ti inserisco pure tra i miei blog preferiti
bravissima
'o micio napulitano ;-)

antonella ha detto...

ho copiato la tua ricetta e oggi la posto nel mio blog.
grazie

Lo Ziopiero ha detto...

Ciao! Dopo più di un anno finalmente l'ho fatto anche io!!!

A breve pubblicherò ;)

:)))

Solema ha detto...

Girovagando per il web mi sono imbattuta in questa ricetta favolosa. Un metodo originale!!!
Te lo copio!!

Antonella ha detto...

strabello!!!! quasi quasi ci provo!!! sai se si puo' utilizzare il lievito madre? ciaoooo

Patrizia Monica ha detto...

Si sono venuta sul tuo blog per il metodo tang zhong del pan carrè , voglio provare m'incuriosisce molto. Grazie per la ricetta
Siamo nuove iscritte e sioamo due sorelle se ti fa piacere vieni anche tu ad unirti ai nostri follower
Ciao
Patrizia di Cucina con Dede